C R E A R

CReacion de Empleo y

Recuperacion Ambiental

 
domingo, 24 de septiembre de 2017
  |  Entrar
Partners * Provincia di Genova (Italia)
  Provincia di Genova (Italia) 

http://www.provincia.genova.it/

 

Contactos / Contatti

Marina Turpini
Area 1 – Affari Generali ed Istituzionali
Piazzale Mazzini 2, 16122
Genova Italia
Tel. 39 010 5499346
email: turpini@provincia.genova.it

Loredana Albieri
coordinatrice progetto URB-AL
Via San Bernardo 4/3
16030 Pieve Ligure (GE) Italia
Tel 39 010 3461335 cell. 3485146421
email: LoredanaAlbieri@libero.it

 

Presentación - Presentazione

Il Territorio
Montagne che si tuffano in un mare profondo. Questa in estrema suggestiva sintesi l'immagine del territorio della provincia di Genova. Oltre l'80% della superficie della provincia di Genova, ossia 1535 kmq dei 1838 totali, ha infatti caratteristiche montane. Manca del tutto la pianura. La quota media dei rilievi è di 600 m, la pendenza media verso il mare è del 25% con la linea dello spartiacque appenninico che corre mediamente a solo 7 chilometri dalla costa, senza che ci siano ripiani nel mezzo. L'ampiezza media del sistema appenninico nel tratto genovese è di 50 km tra la pianura padana e il litorale. Qui sfociano 21 corsi d'acqua, quasi tutti torrenti scoscesi e imprevedibili, che coprono più del 50% della superficie provinciale, di cui solo 5 si presentano alla foce con una piana alluvionale. Peraltro queste piane, che coprono solo il 2,7% dell'intero sviluppo costiero provinciale lungo 160 chilometri sono occupate da aree urbane ad elevata intensità di insediamento.

La popolazione
Sul territorio provinciale vive una popolazione di poco più di 870.000 abitanti, di cui circa 600.000 concentrati nel lembo di 244 kmq di superficie del comune capoluogo, mentre nel resto del territorio provinciale abitano in 155.000 sulla costa e in 115.000 nell'entroterra. Le donne, pari al 53% del totale, superano di circa 50.000 unità gli uomini. La provincia è, inoltre, caratterizzata da una percentuale altissima di ultrasessantacinquenni ossia 242 ogni 100 abitanti. Ne consegue anche una composizione media delle famiglie molto bassa, pari a 2 persone. Per cui, la speranza di un futuro demografico, e quindi anche sociale, della provincia appare legato principalmente all'immigrazione extracomunitaria, l'unico fattore che al momento ha fermato il declino quantitativo della popolazione.

La struttura economica
La struttura economica della provincia si presenta con un tessuto di circa 67.000 imprese attive, pari a 72.000 sedi operative situate nel territorio. Ripartite nei macrosettori convenzionali, il settore primario (agricoltura, pesca e industrie estrattive) è rappresentato con il 4,7%, il secondario con il 26,5% (industria: 10,2, costruzioni: 16,3), mentre la quota preponderante, 68,8%, è rappresentata dal settore terziario (servizi alla persona e alle imprese). Dal punto di vista territoriale, la percentuale delle imprese situate nei confini metropolitani è pari a circa i 2/3 del totale, mentre la percentuale degli addetti sale a 3/4 in conseguenza della localizzazione delle imprese più grandi nel comune capoluogo.

L’Istituzione
Secondo la legge, la Provincia è l'ente locale intermedio tra Comune e Regione che rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi, ne promuove e ne coordina lo sviluppo. La Provincia di Genova vuole assumere sempre di più il ruolo di “Comunità delle Comunità” non solo operando a supporto delle comunità minori, ma valorizzandole nell’ottica della dinamica “globale-locale” per offrire, in modo efficiente e coordinato, attraverso la logica di una “Provincia in rete”, tutte le sue competenze ed evitando la dispersione delle risorse umane ed economiche. Occorre dare forza all’idea di “mettere a sistema la città con le sue estreme periferie e con le riviere, le riviere con l’entroterra”.

Ciò comporta lo sviluppo di processi di ascolto, analisi, confronto e negoziazione che portano a forme di decisione partecipata della definizione di obiettivi e priorità, partendo dalle scelte strategiche indicate nel Piano Territoriale Provinciale di Coordinamento, rispetto ai seguenti sette ambiti integrati fra loro: Solidarietà e Pari Opportunità, Cultura e turismo, Ambiente, Formazione e sviluppo, Infrastrutture per la mobilità, Partecipazione dei cittadini, Rapporti con l’Europa..

 

Área de Intervención / Area d’intervento

La Liguria e la provincia di Genova si caratterizzano come un’area territoriale morfologicamente complessa e di difficile comunicazione rispetto alla aeree geografiche contigue. Queste caratteristiche del territorio con la sua forte inclinazione verso il mare, hanno storicamente determinato una condizione sfavorevole per l’organizzazione di un sistema agricolo. La terra da coltivare é stata sottratta alla montagna, già in epocapre-romana, attraverso un sistema di terrazze che oggi costituisce la sua particolare attrazione turistica, insieme ai borghi medievali della costa. Il paesaggio a terrazze molto antropizzato e strettamente legato ad una capillare presenza dell’uomo e delle sue attività, ha determinato una condizione di equilibrio idrogeologico molto fragile, che è stato posto in pericolo soprattutto negli ultimi decenni per l’abbandono quasi completo delle coltivazioni e dei relativi terrazzamenti. Pertanto è nel settore del recupero del territorio e del suo mantenimento e valorizzazione, che si possono conseguire nuove opportunità di lavoro soprattutto per gli immigrati. Così come nel settore del recupero architettonico si assiste ad una sempre nuova domanda di specializzazioni artigianali ed abilità specifiche, di cui spesso sono portatori molti immigrati. Per questo a Genova l’azione sarà diretta verso uno studio più preciso sulla reale presenza di immigrati extracomunitari, con particolare attenzione alla componente latino-americana. Questa azione si realizzerà coinvolgendo le varie associazioni che a Genova svolgono attività a favore degli immigrati e, in collaborazione con queste, si pensa di organizzare un servizio di orientamento che riunisca e raccolga tutte le informazioni su opportunità, nuove iniziative ed offerte formative nella provincia in modo che possa fare da supporto alla creazione di piccole attività e imprese artigianali, non solo nel comune di Genova ma anche nei piccoli comuni della Provincia.

La Provincia di Genova in quanto socio coordinatore mette a disposizione del progetto alcuni settori specifici (Aree 5, 6 e 8) con competenze in tema di pianificazione del territorio, controllo idrogeologico e protezione ambientale, e si colloca come apporto tecnico all’interno del lavoro in rete. Inoltre sta attuando politiche di partecipazione su questioni ambientali nel suo territorio, attraverso l’adesione alla rete di città che attuano le procedure dell’Agenda 21. Infine promuove e coordina molti progetti nel settore della formazione professionale e delle politiche del lavoro.

 

Quien actua / Chi realizza

Area 01 – Affari Generali e Sociali – Ufficio Cooperazione Internazionale
La Provincia di Genova, in attuazione di quanto previsto dal proprio Statuto, promuove la cultura della pace e dei diritti umani mediante iniziative culturali, di ricerca, di educazione, di informazione, di cooperazione e di formazione miranti a costruire una società locale ed internazionale nella quale possano essere pienamente realizzati tutti i diritti e le libertà fondamentali riconosciute dalla Costituzione e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e delle altre Convenzioni internazionali.

Area 5 – Urbanistica e pianificazione Generale e di Settore
A partire dal 1987 e con successive leggi regionali, sono state affidate alla Provincia le competenze in materia di Urbanistica, controllo dell’attività edilizia dei Comuni e tutela del paesaggio con funzioni di:

  • coordinamento, controllo e approvazione dei piani urbanistici comunali, sia generali che attuativi;
  • rilascio autorizzazioni per interventi nelle zone soggette a vincoli paesaggistici
  • controllo sulla regolarità dell’attività edilizia dei comuni rispetto all’abusivismo edilizio e paesistico e sulla legittimità dei titoli abitativi
  • concessione contributi ai comuni, con popolazione inferiore ai 5000 abitanti, per la formazione dei Piani Urbanistici Comunali.
Area 6 – Difesa del Suolo
Costituisce quell’insieme di azioni volte a garantire la tutela dell’integrità fisica dell’ambiente e della stabilità del territorio, rispetto alle quali va condizionata ogni possibile scelta di trasformazione.
Per la definizione delle attività e quindi per il conseguimento delle finalità di legge è individuata, quale elemento determinante e fondamentale, l’attività conoscitiva che deve essere articolata sulla raccolta, elaborazione, archiviazione e diffusione dei dati; accertamento, sperimentazione, ricerca e studio degli elementi dell’ambiente fisico e delle condizioni generali del rischio; formazione ed aggiornamento delle carte tematiche del territorio; valutazione e studio degli effetti conseguenti all’esecuzione delle opere previste dalla normativa vigente.

Area 8 – Ambiente
Svolge un ruolo strategico per ottenere il miglioramento delle condizioni ambientali Le strategie di intervento si attuano attraverso attività di rilascio autorizzazioni, di controllo e vigilanza, e di pianificazione e programmazione su specifiche materie quali: i rifiuti, l’energia, la qualità dell’aria e dell’acqua, la tutela del suolo e del sottosuolo. Nello specifico l’Area 08 si occupa di:

  • risorsa acqua, pianifica interventi in materia di acquedotto, fognatura e depurazione; rilascia autorizzazioni e concessioni; attua i controlli.
  • normativa sull’aria, competenze riguardanti il monitoraggio della qualità dell’aria; il rilascio di autorizzazioni alle emissioni in atmosfera; nonché funzioni di controllo.
  • competenze diverse in materia di controllo del rumore.
  • rifiuti e bonifiche, pianifica l’organizzazione dei sistemi di smaltimento; autorizza le attività di gestione dei rifiuti; controlla le attività connesse.

In materia di energia, la Provincia predispone il Piano Energetico Provinciale. Fondamentale è il ruolo svolto dall’Area 08 nel campo delle politiche per lo sviluppo sostenibile, in cui la Provincia ha avviato il percorso di Agenda XXI; progetta e realizza interventi di Educazione Ambientale; elabora il Piano di Trasporto Veicolare Extra-urbano (PTVE); promuove e supporta iniziative e progetti di certificazione ambientale. Ulteriori attività dell’Area 08 comprendono il supporto e la consulenza qualificata ai diversi soggetti sull’applicazione delle normative in materia ambientale e la promozione di fonti rinnovabili e risparmio energetico.

 

Fotos / Foto